Scroll To Top

A Catanzaro spazio alle “fotoidee” per valorizzare i beni inutilizzati

in cultura e società / innovazione e ricerca

CATANZARO – Scade il 31 ottobre (non più il 15 settembre) il concorso fotografico sul tema: “Spazi indecisi: quale funzione diamo agli spazi inutilizzati della Città?“, indetto dall’associazione Aniti, nell’ambito del Laboratorio di Innovazione della Città di Catanzaro. Non si tratta di un semplice concorso fotografico, ma di “fotoidee” con cui illustrare, nella didascalia a corredo della foto, una piccola idea sul riutilizzo del bene fotografato.

fotoideeczLa partecipazione al concorso, totalmente gratuita, è aperta a tutti gli appassionati di fotografia, ai cittadini, agli studenti e, più in generale, a tutti coloro che vogliono raccontare la città di Catanzaro attraverso immagini immortalate con macchinette fotografiche e smartphone, al fine di dare una nuova funzione sociale e culturale agli spazi inutilizzati della Città di Catanzaro.

Come ha spiegato Francesco Gaglianese, rappresentante di Aniti: “Cerchiamo di favorire lo sviluppo dei territori coinvolgendo i cittadini in prima persona. Lo facciamo nell’ambito della sperimentazione del Progetto RisorgiMenti.Lab – Sviluppo e Sperimentazione di Progetti di Innovazione Sociale. RisorgiMenti.Lab è una piattaforma progettata per creare un ambiente di partecipazione destinato alle comunità locali che hanno voglia di innovare socialmente il proprio territorio a partire dalle proprie capacità e dalle risorse locali, materiali e immateriali inutilizzate”.

Le fotoidee dovranno essere inviate su www.risorgimentilab.it, cliccando sulla pagina Concorsi di idee. Le foto vincitrici saranno giudicate secondo criteri già consultabili sul portale e poi premiate.

No comments yet