Scroll To Top

A Corigliano-Rossano i migranti non sono solo un’emergenza

in altre notizie dal web

Prendi uomini e donne di tutte le età e mettili in bilocali e trilocali affollati o in centri di accoglienza e comunità alloggio. Sono i nostri migranti, quelli dell’Area Urbana Corigliano-Rossano, che ad oggi fanno registrare numeri da capogiro: 2.939 i cittadini rumeni, 600 i bulgari, 400 i marocchini.
Presenze eccezionali, se si pensa che la popolazione rumena registra 1.600 residenti regolari solo nella città ausonica.

È la comunità più numerosa insieme a quelle ucraine e bulgare, che contano rispettivamente 500 e 400 residenti, soprattutto a partire dal 2007, anno di entrata di questi paesi nell’Unione Europea – ci spiega Adriana Acri mediatrice culturale e presidente provinciale Associazioni Lavoratori Stranieri Corigliano. Cospicua anche la comunità di origine polacca – sono 350 i cittadini che risiedono stabilmente a Corigliano – e quella proveniente dal Nord Africa, in particolar modo dal Marocco i cui membri – circa 300 – vivono soprattutto nel borgo marinaro di Schiavonea.

Leggi l’articolo completo di Martina Forciniti e Samantha Tarantino su L’Eco dello Jonio

No comments yet