Scroll To Top

A Cosenza tre giornate di confronto sul tema dell’accoglienza ai rifugiati

in cultura e società

COSENZA – Si svolgerà a Cosenza la seconda edizione della Summer School Sprar, organizzata dall’associazione culturale multietnica La Kasbah Onlus in collaborazione con la Rete Europasilo.
Da domani 17 al 19 settembre, sul tema dell’integrazione nelle città di accoglienza, titolari di progetti Sprar, delle persone che scappano da guerre e persecuzioni, si svilupperanno tre giornate di confronto tra gli operatori del terzo settore.

Il sit in degli immigrati alla QuesturaIl dibattito sarà animato da riflessioni e metterà a confronto sperimentazioni, tra nord e sud del Paese, sui percorsi di sostegno all’autonomia dei titolari di protezione internazionale e umanitario, volendo soffermarsi e soprattutto intendere l’accoglienza non solo nel senso di ricerca di soluzioni lavorative e abitative idonee, ma anche come percorsi di confronto e crescita culturale sia per le persone accolte che per le comunità accoglienti.

L’Amministrazione comunale di Cosenza che alla Summer School ha offerto i luoghi fisici, identificati nel Teatro Cinema Italia “A.Tieri” e nella sala multimediale di Io Cittadino, è soprattutto partner principale del progetto Sprar “Asylon_ Cosenza la città dell’accoglienza“, gestito dalla stessa associazione La Kasbah Onlus, alla sua dodicesima annualità.

Il Sistema Sprar si basa sull’accoglienza di piccoli numeri di rifugiati nei comuni che aderiscono al sistema garantendo così una possibilità d’integrazione concreta e senza particolari criticità per le comunità di accoglienza.

La tre giorni di Summer School avrà una prima sessione di tipo formativo frontale con esperti e rappresentanti del sistema asilo italiano per focalizzarsi poi su percorsi di tipo esperenziale, focus group facilitati da formatori di Europasilo e provenienti dalle progettazioni Sprar di differenti regioni italiane. Successivamente, in sessione plenaria, ci sarà il momento della condivisione e della sintesi dei lavori di gruppo.

I lavori della Summer School prendono l’avvio da una tavola rotonda, aperta al pubblico e moderata da Gianfranco Schiavone (coordinatore di Europasilo), che si terrà al Cinerma Italia “A. Tieru” alle ore 15 di giovedì 17 settembre, sul tema “Le politiche sul diritto d’asilo in Europa e in Italia. Prime riflessioni a partire dalla riforma della normativa italiana in materia di accoglienza e procedure”.

Dopo il saluto del presidente della Provincia di Cosenza e Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, daranno voce al dibattito Daniela di Capua, direttrice del Servizio Centrale dello Sprar; Andrea De Bonis, U.N.H.C.R. (Alto Commissariato Nazioni Unite per i Rifugiati); Loredana Leo, A.S.G.I. (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione); il Prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione Ministero Interno; Giovanni Manoccio, portavoce Coordinamento SPRAR Provincia di Cosenza. E’ prevista la presenza di parlamentari nazionali ed europei.

redazione CN

No comments yet