Scroll To Top

A Reggio inizia la stagione di SpazioTeatro con “In fondo agli occhi”

in cultura e società

REGGIO CALABRIA – Sabato 31 gennaio alle ore 21 e domenica 1 febbraio alle 18 SpazioTeatro inaugura la nuova stagione di spettacoli e lo fa con la pièce “In fondo agli occhi“, di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari, con la regia di Cèsar Brie.

“Una barista, Italia, donna delusa e abbandonata dal suo uomo, e Tiresia, suo socio ed amante, non vedente, raccontano la propria storia, i propri sogni mancati, le proprie debolezze e le proprie speranze in un bar, metafora di un paese dove “non è rimasto più nessuno, perché ci vuole talento anche per essere mediocri…”.

Gianfranco Berardi in scena

In fondo agli occhi è uno spettacolo di nuova drammaturgia che affronta le tematiche della crisi e della malattia da questa prodotta e derivata. L’indagine parte e si sviluppa da due differenti punti di vista: uno reale, in cui la cecità, malattia fisica, diventa filtro speciale attraverso cui analizzare il contemporaneo, e l’altro metaforico, in cui la cecità è la condizione di un intero Paese rabbioso e smarrito che brancola nel buio alla ricerca di una via d’uscita. Chi è più cieco di chi vive, senza avere un sogno, una prospettiva davanti a sé, di chi essendone consapevole, non può far altro che cedere alla disperazione? Un paese cos’è in fondo se non le persone che al suo interno vivono e si muovono? Un paese non sono le case, non sono le chiese, né i bar o le istituzioni ma la gente che al loro interno abita e ne dà il valore. Un paese malato quindi è fatto da gente malata, come noi. Ma come raccontare tutto questo poeticamente, ironicamente, senza essere retorici o superficiali?

 

Laboratorio dell’attore creativo con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari

casolariIn appendice allo spettacolo “In fondo agli occhi” che apre la rassegna di SpazioTeatro, Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari terranno presso la Sala di Via S.Paolo 19/a nei pomeriggi del 2 e 3 febbraio un laboratorio teatrale incentrato sulla drammaturgia dell’attore e intitolato “Mi sono scritto addosso”.

Il laboratorio è aperto ad allievi dai 18 anni in su, non è richiesta particolare esperienza teatrale, l’ammissione è subordinata alla presentazione di curriculum e foto da inviare a info@spazioteatro.net entro il 29 gennaio 2015.
Nel corso delle 14 ore di laboratorio (dalle 14,30 alle 21,30), attraverso l’utilizzo di tecniche attoriali ed autorali, si analizzano materiali utili alla creazione di una vera e propria messinscena; il lavoro intende sviscerare il processo grazie al quale una sensazione, un’immagine od una frase di partenza, può diventare, frammento dopo frammento, materiale teatrale.

L’indagine drammaturgica, l’improvvisazione attoriale e la composizione registica sono i principi fondamentali della ricerca, con cui si tenta di individuare insieme ai partecipanti le modalità generali e personalizzate che conducono un attore-autore alla creazione scenica.

Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari fondano la loro compagnia nel 2008. La poetica espressa dal gruppo appartiene alla corrente generalmente riconosciuta come “teatro di ricerca e di nuova drammaturgia”, pur considerando prioritario l’aspetto popolare del lavoro. Tra le produzioni: Briganti (vincitore del Festival Internazionale di Lugano, sezione nuova drammaturgia); Io provo a volare – omaggio a Domenico Modugno (pluripremiato allo “JoakimInterFest” di Kragujévac (Belgrado, SERBIA), Premio speciale della giuria, Premio miglior spettacolo scelto dal pubblico, ospitato al Cooper Festival-Slovenia e all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi; Premio Antonio Landieri a Napoli come miglior spettacolo del 2011 (entrambi gli spettacoli ospiti a SpazioTeatro nelle passate stagioni), Land Lover (vincitore del Premio ETI – Nuove Creatività).

Nel 2010 incontrano Cèsar Brie con cui danno vita alla loro nuova produzione In fondo agli occhi.
Gli spettacoli della Compagnia ad oggi sono stati ospitati in festival internazionali come appunto Belgrado, Capodistria, Parigi e recentemente in dieci città dell’Argentina, come unico gruppo italiano presente al “Festival dell’Istituto Nazionale di Teatro”.

Berardi e Casolari come docenti hanno tenuto laboratori presso l’Università degli Studi di Bari (Dipartimento Filosofia e letteratura); il Teatro Kismet Opera – Stabile d’Innovazione di Bari; al Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari; presso l’Università degli Studi di Bologna (Dipartimento Musica e Spettacolo); sono infine stati titolari di un corso per attori e autori appena conclusosi presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi a Milano.

Durata del laboratorio:
2 e 3 febbraio 2015 dalle ore 14.30 alle 19.30 per un totale di 14 ore. Ulteriori info al 339.3223262 e su www.spazioteatro.net

No comments yet