Scroll To Top

A Rossano la presentazione di “La felicità dell’attesa”, l’ultimo romanzo di Carmine Abate

in cultura e società

ROSSANO – Credere in un futuro migliore, combattere con caparbietà per realizzare i propri sogni, custodire la memoria delle generazioni precedenti fatta di storie intrise di Storia, vivere per addizione e non per sottrazione prendendo il meglio che offre la terra di adozione senza tagliare i ponti con quella natia. Sono, questi, i messaggi affidati, attraverso le parole e le letture di Carmine Abate, ai numerosi giovani che ieri sono stati i veri protagonisti della presentazione di “La felicità dell’attesa”.

Ad ospitare l’anteprima nazionale del suo ultimo romanzo è stata una delle location storiche più prestigiose di Rossano: l’Auditorium Alessandro Amarelli che, insieme al Museo ed alla Fabbrica di Liquirizia, si conferma tra gli attori della vivacità e del dinamismo culturali non solo della Città del Codex, ma di tutto il territorio.

All’evento, coordinato dal giornalista Serafino Caruso, vi ha preso parte anche Cataldo Perri che ha eseguito alcuni suoi brani tra i quali un inedito creato appositamente per l’occasione e dedicato a uno dei protagonisti del romanzo, Andy Varipapa (una piacevole sorpresa sia per la platea che per l’Autore stesso).

La nobiltà di un sentimento quale l’amore che lega ben oltre la vita; la forza insita nelle donne erroneamente appellate come il sesso debole; il coraggio dell’emigrante che lascia la propria nazione e riesce ad essere protagonista vincente anche in terra straniera, cogliendo tutte le nuove opportunità che gli si palesano innanzi. Sono, questi, i fili conduttori dell’ultima fatica letteraria di Abate il quale ha intrattenuto una platea delle grandi occasioni (la sala era letteralmente gremita) con un reading letterario accompagnato dall’esibizione live dell’artista identitario Cataldo Perri.

redazione CN

No comments yet