Scroll To Top

Ambiente e cultura al centro del festival organizzato da “Costa Nostra”

in ambiente e trasporti / cultura e società

CURINGA – Mancano ormai pochi giorni all’inizio della “Festa della Cultura e dell’Ambiente” organizzata dall’associazione di promozione sociale e difesa del territorio Costa Nostra. L’evento, in scena dal 4 al 16 agosto sulla spiaggia di Marina di Curinga, giunto alla sua 5ª edizione, entra di diritto tra i festival più originali dell’estate calabrese affrontando in maniera diretta e creativa le criticità della società attuale e proponendo soluzioni e stili alternativi e sostenibili.

costa_nostra

Una delle iniziative di pulizia spiaggia di Costa Nostra

Il Campus Costa Nostra vedrà l’utilizzo, dalle sedie ai tavoli fino al campo base, di materiali da riciclo. Intorno a quest’area eco-sostenibile si svolgeranno le varie attività che hanno contraddistinto le ultime due edizioni, con l’aggiunta della giornata di Pulizia Spiaggia con Surfrider Foundation nell’ambito dell’iniziativa mondiale #OceanInitiatives, di nuove escursioni, teatro e giochi. “Quest’anno – dicono dall’associazione – abbiamo sentito forte la necessità di sviluppare ulteriormente il progetto originario cercando di farlo crescere sia dal punto di vista artistico che socio culturale. Abbiamo introdotto nuove attività volte alla scoperta e valorizzazione del patrimonio naturalistico e artistico del territorio di Curinga e dell’Unione dei Comuni del Monte Contessa. Promuoveremo inoltre l’incontro con enti e aziende che cercano la ricchezza nella tradizione. Noi stessi proporremo processi di gestione compatibili con l’uomo e l’ambiente valorizzando modelli produttivi e di distribuzione alternativi a quelli di massa”.

La Festa si aprirà martedì 4 agosto con un ospite d’eccezione, Sandro Joyeux, che darà il via alla manifestazione e alle quattro serate live che proseguiranno la notte di San Lorenzo, 10 agosto, con Manifest, i Cafè Touba e il Duo Bucolico, l’11 agosto con la Municipale Balcanica e i Quarto di Vino Blues Band e il 14 agosto con il teatro di Omar Suleiman. “La musica, il teatro, l’arte in genere, hanno il potere di arrivare laddove semplici concetti non possono, danno maggior risonanza al messaggio che si intende lanciare, e oggi, non possiamo restare fermi di fronte alle derive della crisi e alle tragedie che si stanno consumando proprio in mare. La scelta dei live cade proprio in questa direzione. Accogliere in maniera costruttiva, riconoscendo la diversità come valore, momento di confronto e crescita”.

L’appuntamento, dunque, è per il 4 agosto, a Marina di Curinga. Ci sarà, per gli amanti del free camping, la possibilità di campeggiare liberamente sull’arenile, sempre nel rispetto dell’intero habitat costiero, così da godersi i diversi giorni della Festa della Cultura e dell’Ambiente e andare alla scoperta di Curinga e del suo territorio.

redazione CN

No comments yet