Scroll To Top

Banda larga in tutti i comuni entro il 2016: il progetto sarà presentato il 23 febbraio

in innovazione e ricerca

Il Presidente della Regione Mario Oliverio aprirà il convegno sulla Banda Larga che si svolgerà lunedì 23 febbraio prossimo a Falerna. I lavori saranno coordinati dal presidente “Forum PA”, Carlo Mochi Sismondi, e la relazione introduttiva sarà del Direttore generale “Infratel”, Salvatore Lombardo.

banda-larga-telecomAl convegno, che avrà come tema “Lo sviluppo della Calabria viaggia sulla Banda ultra larga: tutti i Comuni saranno connessi entro il 2016”, interverranno Giuseppe Recchi (presidente Telecom), Daniela Poggiani (direttore Agenzia per l’Italia Digitale), Gino Mirocle Crisci (Rettore Università della Calabria), Enza Bruno Bossio (componente commissione Trasporti della Camera dei Deputati), Ernesto Carbone (responsabile nazionale Innovazione del PD). Le conclusioni del convegno sono affidate al Sottosegretario alle Telecomunicazioni, Antonello Giacomelli.

Un convegno che servirà per annunciare l’inizio dei lavori di Telecom Italia che interesseranno tutto il sud Italia. La stessa azienda ex monopolista ha promesso, oltre  allo sviluppo della rete di nuova generazione in sette regioni del Sud, 8mila posti di lavoro.

L’ad di Telecom ha spiegato, intervistato da Il Messaggero, che la sua azienda vuole “cablare tutta l’Italia” mettendo sul piatto “ben più di un miliardo” di investimenti. Il piano d’azione, che verrà presentato al mercato il prossimo 19 febbraio, partirà da Calabria, Basilicata, Molise, Puglia, Lazio, Sicilia e Campania. In queste regioni, il gruppo ha infatti vinto i bandi per la realizzazione della nuova infrastruttura attraverso i progetti regionali cofinanziati con fondi europei, regionali e nazionali, destinati alle cosiddette “aree bianche” (vale a dire le zone meno redditizie). Per sviluppare la fibra nelle sette regioni del Sud, Telecom potrà quindi contare su circa 350 milioni di contributi pubblici cui dovrà affiancare altri 300 milioni di investimenti privati.

e.d.g.

No comments yet