Scroll To Top

“A caccia di rifuti”, buona la prima a Guardavalle – Interessante iniziativa di sensibilizzazione alla differenziata nel comune catanzarese. Raccolti oltre 4mila chili di materiale riciclabile

in altre notizie dal web

GUARDAVALLE – Può dirsi senz’altro positivo il bilancio della prima esperienza di raccolta differenziata in piazza a Guardavalle. Alla manifestazione del 26 e 27 ottobre scorsi hanno aderito tante persone, permettendo così di raggiungere l’insperato risultato di 4.290 chili di vetro, plastica e alluminio da riciclare, con piena soddisfazione dei volontari del Centro studi Ricerca Ambiente Marino – capeggiati dalla presidente Maria Assunta Menniti e da Giovanni Montepaone – e gli operatori della ditta Ecologia e Servizi di Condito Cecilia di Giarifalco.

Alcuni dei volontari della raccolta differenziata pubblica a Guardavalle

Alcuni dei volontari della raccolta differenziata pubblica a Guardavalle

A testimonianza dell’interesse che la comunità nutre per le problematiche ambientali: basti pensare che occorrono 70 lattine di alluminio per fare una padella, 800 per una bicicletta e 37 per una caffettiera, e con il riciclo di una lattina si risparmia l’energia necessaria per tenere accesa una TV da 14 pollici.

Soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa e per la risposta della cittadinanza è stata espressa anche dall’assessore comunale all’Ambiente Raffaele Campagna, sottolineando come l’iniziativa faccia parte di un più ampio programma di miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del servizio di raccolta e riciclaggio di rifiuti che possono ritornare ad essere con pochi sforzi importanti materie prime.

Un ringraziamento particolare va alla ditta di Domenico Garzaniti junior che ha utilizzato i propri mezzi gratuitamente per l’ottima riuscita dell’evento. L’attestato di merito con relativo premio per aver raccolto il maggior numero di rifiuti (ben 293.3 chili) è invece andato a Susy Bressi, che si è così assicurato meritatamente il primo posto.

No comments yet