Scroll To Top

Catanzaro, accordo tra Comune e Conai per nuovo servizio di raccolta differenziata

in ambiente e trasporti

CATANZARO – Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha firmato a Palazzo de Nobili un protocollo d’intesa insieme a Roberto De Santis, presidente di Conai – Consorzio Nazionale Imballaggi, con l’obiettivo di implementare nuovi servizi di raccolta differenziata sul territorio comunale e favorire l’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio. Erano presenti al tavolo dei lavori anche il dirigente del settore ambiente del Comune di Catanzaro, Antonio Viapiana, e il sindaco di Gimigliano, Massimo Chiarella.

firma protocollo

da sinistra, Abramo e De Santis

I nuovi servizi saranno attuati dal Comune di Catanzaro per mezzo della Società Sieco, che gestirà la raccolta urbana, con il supporto di Conai nella fase di start-up e con l’obiettivo di incrementare i livelli di raccolta differenziata dei rifiuti e dei rifiuti di imballaggio provenienti da utenza domestica e commerciale.

Il piano prevede l’introduzione, a partire dal mese di settembre, del modello di raccolta monomateriale carta, monomateriale vetro e multimateriale plastica e metalli, con la standardizzazione dei colori e delle attrezzature a livello europeo, e secondo quanto previsto dal bando di comunicazione locale Anci-Conai. L’estensione a tutta la città del nuovo servizio di raccolta differenziata è prevista entro sei mesi dall’inizio delle attività.

Conai garantirà il ritiro dei materiali raccolti, contribuirà in parte all’acquisto delle attrezzature necessarie per effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio, alla realizzazione e al cofinanziamento di una campagna informativa e di sensibilizzazione rivolta agli utenti, pensata per migliorare la quantità e la qualità dei materiali conferiti e da avviare a riciclo. In concomitanza con l’avvio del nuovo servizio, sarà distribuito porta a porta un kit informativo contenente tutte le istruzioni sullo svolgimento della raccolta differenziata, mentre per ogni ulteriore chiarimento sarà messo a disposizione dei cittadini un numero verde e un ufficio start-up. Infine, Conai fornirà al Comune di Catanzaro il sistema di tracciabilità dei rifiuti “Mysir”, che consente il monitoraggio dei rifiuti oggetto di raccolta differenziata.

“Con l’intesa siglata oggi – ha detto Abramo – Conai garantirà il ritiro dei materiali raccolti e la realizzazione e il cofinanziamento di una campagna informativa e di sensibilizzazione rivolta agli utenti, pensata per migliorare la quantità e la qualità dei materiali conferiti e da avviare a riciclo. Affidandosi al know-how degli esperti Conai e condividendo queste scelte con un’associazione competente come Legambiente, presente anche alla firma del protocollo con il proprio vicepresidente regionale, Andrea Dominijanni, i Comuni di Catanzaro e Gimigliano continuano a essere, per la Calabria, due punti di riferimento”.

da sin Viapiana, Chiarella, Abramo e De Santis

da sinistra Viapiana, Chiarella, Abramo e De Santis

Il nuovo servizio di raccolta differenziata si basa sul Piano industriale redatto da Conai dopo uno studio approfondito delle esigenze, delle peculiarità e delle caratteristiche del territorio dei due Comuni. “In questo modo – ha proseguito il sindaco di Catanzaro – credo che si potrà rispondere con le armi più adatte alle sfide e alle problematiche che circondano il comparto rifiuti in Calabria. Puntando all’aumento delle percentuali di differenziata e alla diminuzione dei rifiuti da conferire in discarica, Catanzaro e Gimigliano si mettono alla testa di un nuovo modo di pensare e agire nell’ambito della gestione dei rifiuti, perché solo con questi passaggi diventa possibile fare della Calabria una regione capace di rispondere in autonomia alle proprie necessità di smaltimento per entrare in una dimensione europea che sia eco-sostenibile e a misura di cittadino”.

“Una scelta politica forte – l’ha definita il presidente Conai, De Santis – nonostante l’emergenza rifiuti in cui versa la Regione, che permetterà di dare una svolta al problema della gestione dei rifiuti sul territorio. Grazie alla sigla di questo protocollo, il Comune potrà inoltre beneficiare dei corrispettivi economici per i maggiori oneri derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio, secondo quanto previsto dall’Accordo Quadro Anci-Conai”.

Il Consorzio Conai affianca da 16 anni le istituzioni locali per lo sviluppo della raccolta differenziata di qualità e del riciclo dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro, con strumenti e risorse specifiche per le aree in ritardo nella gestione dei rifiuti, così come previsto dal nuovo Accordo Anci-Conai, valido fino al 2019, che ha incrementato tale impegno con uno stanziamento di 5 milioni di euro all’anno.

“L’avvio di un servizio fondamentale come quello della differenziata rappresenta un punto di svolta necessario per garantire non solo la risoluzione delle problematiche relative allo smaltimento dei rifiuti, ma anche per porre freno al serio rischio di dissesto finanziario a cui i piccoli comuni sono costretti a fare fronte a causa di un sistema ormai al collasso – ha ribadito il sindaco di Gimigliano, Chiarella – Ci auguriamo che, anche grazie al supporto tecnico e scientifico del Conai, Gimigliano possa riuscire ad offrire un servizio di alta qualità in grado di rappresentare un modello da seguire anche per tutti gli altri comuni calabresi”.

redazione CN

No comments yet