Scroll To Top

Chiamavano “fiori” il frutto delle estorsioni a imprenditori e commercianti – Otto arresti fra gli affiliati alla cosca Gallico di Palmi

in altre notizie dal web

Alcuni affiliati alla cosca “Gallico” di Palmi sono stati arrestati questa mattina dalla Squadra mobile di Reggio Calabria e dal commissariato di Palmi nell’operazione “Fiore”. Le accuse sono di usura ed estorsione nei confronti di commercianti ed imprenditori della zona al fine di favorire la cosca mafiosa,in particolare per il mantenimento delle famiglie degli affiliati finiti in carcere. L’operazione è stata denominata “Fiore” perché gli arrestati, nelle loro comunicazioni.

Così definivano le somme di denaro richiesto alle vittime. Si pone inoltre come diretta prosecuzione di un’altra operazione che nell’ottobre scorso aveva consentito di far luce su diversi episodi estorsivi. Le indagini hanno permesso, inoltre, di individuare quale fosse l’organizzazione e la gestione degli uomini all’interno del clan Gallico.

Ogni affiliato ricopriva un ruolo ben preciso e strumentale alla esigenze dell’organizzazione criminale. Gli arrestati sono Domenico e Ivan Nasso, Loredana Rao, Antonino Gallico, Antonio Cosentino, Rocco Bartuccio (detto U Messicanu), Rocco Brunetta e Emanuele Cosentino. Gli ultimi quattro si trovavano già in carcere in quanto arrestati lo scorso 26 ottobre sempre con l’accusa di estorione aggravata da metodologia mafiosa.

Redazione calabrianotizie.it

No comments yet