Scroll To Top

“Giardini delle Esperidi”, dal 13 al 15 novembre un festival tra natura e cultura a Zagarise

in cultura e società

ZAGARISE (CZ) – Giardini delle Esperidi #BorgoinFesta è una nuova proposta culturale dedicata alla terra di Calabria che aspira a prendersi cura dei luoghi che la animano. Fuori dal solito paradigma dell’evento culturale statico, tradizionale, Giardini delle Esperidi vuole dare al suo pubblico un respiro più ampio.

La cultura non è più lontana, rintracciabile solo in una personalità da Nobel o in blasonati eventi internazionali da imitare, è piuttosto quello che ci circonda, il modo di guardare al presente e al futuro del territorio che ci ha visto nascere.

Zagarise_01

Zagarise

Cultura è il cibo che ci nutre, la poesia che trasuda da secoli di tradizione in luoghi considerati periferici, magari fuori dai circuiti mediatici del sistema. Per la prima volta il margine diventa centro e da lì si irradia un nuovo modello di fare cultura, sviluppo, evento.

Giardini delle Esperidi #BorgoinFesta, promosso dal Comune di Zagarise sotto la guida del giovane sindaco Domenico Gallelli e la direzione artistica di Maria Faragò, pretende di essere nuovo perché ha nell’esperienza il suo nucleo fondante. Cultura è ciò che possiamo vivere, la natura e l’umanità che possiamo toccare, la sinestesia di voci, musica, arte, letteratura che possono rincorrersi tra le mura di una cattedrale deserta nel centro di un piccolo borgo.

La vera animazione culturale di cui la nostra terra può nutrirsi non è solo qualcosa che si impara o che si ascolta da una platea: è un’esperienza che si fa e che ci forma, perché l’esperienza viva è l’unica in grado di produrre memoria.

Per questo il festival vagherà con il ritmo antico del canto e della poesia orale tra le montagne della Sila Piccola, per scoprire bellezze naturali introvabili e incontaminate e tra le viuzze del paese di Zagarise, per toccare con mano la vita del paese, le storie che lo hanno attraversato e le risorse che mantengono il loro tempo originario, di cui alcuni di noi non hanno nemmeno memoria.

Il tempo dell’olio e del vino, che qui hanno il loro pregio, ma anche il tempo del teatro, del reading, della musica di autori e poeti di Calabria, che non cantano più di origini, ma di identità. Mentre le radici trattengono, l’identità si muove con noi, ed è questo che Giardini delle Esperidi riconosce come risorsa da tutelare.

cascate_del_campanaro

Cascate del campanaro

Degustazioni, libri, musica, arte, natura, botanica, etnologia, gastronomia ci accompagneranno dal 13 al 15 novembre, in questo viaggio lungo un weekend con decine di ospiti.

Regina delle arti sarà la conversazione partecipata di tutta la comunità di Zagarise, non più spettatrice ma chiamata a dialogare con i musicisti, poeti, scrittori in un reciproco scambio di idee, l’energia vera di questa terra.

Apprenderemo insieme un nuovo modo di fare cultura, quello che ci insegna la paesologia e il suo fondatore, Franco Arminio: la sostenibilità, l’utilizzo comune e pulito delle risorse del luogo, della tradizione, della storia, l’attenzione al luogo piccolo e immortale.

Paesi e poesia hanno molto in comune, non solo tra le lettere di cui sono composti: la poesia nasce lì dove è più forte il senso di comunità, il rispetto religioso dell’accoglienza del nuovo, l’oralità del monito.

Giardini delle Esperidi #BorgoinFesta prova a far rinascere le sue ninfe tutelando quello che ha intorno, in un percorso esperienziale che si propone di lasciare un segno soltanto, quello della bellezza dei luoghi e delle comunità.

Per maggiori informazioni visita

Sito web
Facebook
Twitter
Instagram

redazione CN

No comments yet