Scroll To Top

I sindaci di Calabria e Sicilia: «Lo Stretto sia patrimonio Unesco»

in altre notizie dal web / ambiente e trasporti

MESSINA – Far diventare lo Stretto di Messina patrimonio dell’Unesco. L’idea è delle amministrazioni di Messina, Villa San Giovanni e Reggio Calabria che, insieme a sindaci di altri comuni di entrambe le sponde e associazioni ambientaliste, hanno firmato sulla nave di Rfi Messina un protocollo comune e un accordo preliminare per chiedere il riconoscimento dello Stretto quale patrimonio dell’Umanità.

sindaci-strettoIl sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà ha sottolineato: “Oggi iniziamo a scrivere una storia importante per le nostre città. Non possiamo accontentarci, dobbiamo dare il via ad un’azione sinergica e migliorare i collegamenti attuali tra le due sponde per avere una vera continuità territoriale, iniziando così a ragionare come se fossimo un’unica città dello Stretto. Dobbiamo avere progetti comuni mettendo da parte gelosie e campanilismi, puntando ad avere una voce unica nel tavolo politico nazionale per chiedere i nostri diritti”.

Dello stesso avviso il sindaco di Messina Renato Accorinti che ha affermato: “Oggi si realizza un mio grande sogno: noi inseguiamo le utopie perché queste hanno cambiato la storia. E’ un percorso che nasce da lontano, che ora potrà concretizzarsi. Siamo convinti che questo sia l’inizio di una nuova storia, quella di una città unica dello Stretto.

In passato, hanno cercato di unirsi mafia e ‘ndrangheta, due organizzazioni criminali feroci, mentre la gente per bene e le amministrazioni stavano ognuno per conto suo. Ora arrivato il momento che siano le persone comuni e chi vuole fare politica in modo pulito e serio a stare insieme per una condivisione etica di intenti in tutti i settori”.

Il vicesindaco di Villa San Antonio Messina ha rimarcato: “Oggi tutti insieme sigliamo un impegno per riuscire a valorizzare sempre più le tante risorse culturali e naturalistiche e per condividere un percorso di unione nei prossimi anni”.

Leggi l’articolo completo di Gianluca Rossellini su corrieredelmezzogiorno.corriere.it

No comments yet