Scroll To Top

Il Museo del Rock di Catanzaro, una cattedrale nel deserto

in altre notizie dal web

CATANZARO – Se cercate di associare le parole “Rock” e “Catanzaro“, l’unica cosa che vi potrebbe venire in mente è la “Vascstock” del 2004, ovvero una giornata di concerti ad ingresso gratuito organizzata nella vallata di Germaneto terminata con l’esibizione di Vasco Rossi, un evento che raccolse qualcosa come 400mila persone arrivate da tutto il sud Italia.

A voler scavare ancora nell’argomento, gli altri “momenti rock” associabili a Catanzaro sono: il cantante beat Ulisse che partecipa a “Un disco per l’estate” nel 1970; Greta che sale sul palco dell’Ariston con i New Trolls nel 1997; Renato Dulbecco che presenta accanto a Fabio Fazio Sanremo nel 1999 e, cosa più importante di tutte, l’infelice no a Sting da parte del sindaco e del questore della città, che non hanno fatto suonare il musicista “perché avrebbe eccitato i giovani” (è tutto vero).

Leggi l’articolo completo di Maurizio Cacia su Rockit.it

No comments yet