Scroll To Top

Il Paese di Gertrude: un festival per promuovere la donazione midollo osseo

in cultura e società

Il Paese di Gertrude è un’esperienza collettiva, che ha spinto un gruppo di amici nel 2013, a costituirsi come un’associazione di volontariato, il cui obiettivo è quello di promuovere attraverso i linguaggi artistici, il tema della donazione del midollo osseo. Per farlo le ragazze/i che vivificano questa esperienza lungo tutto l’anno, organizzano incontri, attività, seminari e, last but not least, un Festival, giunto quest’anno alla sua III edizione, che si terrà dal 18 al 20 agosto nella splendida cornice del lungomare di Cittadella del Capo (Cosenza). Una vera e propria festa all’insegna dell’esplosione di suoni e colori, in cui condividere esperienze, sensibilità, partecipazione.

Peppe VoltarelliIl tutto con l’aiuto di un’intero nucleo cittadino che al motto di “I’m Gertrude“, mette a disposizione durante la tre giorni del Festival: passione, risorse, ospitalità. Tre giorni di musica, arte, colori per mettere in comune energie, ricchezza culturale. Dieci band musicali, che spaziano per genere e provenienza.

Si parte il 18 agosto con la Big Band dei Fuoritempo, il latin & gipsy jazz dei Colomboloco, il turbofolk e il magma patchankoso di Adriano Bono e Torpedo Sound Machine, la dancehall di 1UP sound. Spazio poi il giorno successivo all’energia della Takabum Street Band, gli stornelli di Caruso & La Lurida Band e al nuovo concerto-spettacolo del bluesman calabrese Peppe Voltarelli “Il monumento”.

Il 20, invece, ad animare Cittadella del Capo sarà il cantautorato fra tradizione e innovazione dei Musicanti del Vento, i dirompenti Musica a Manovella e Le Menti Vacanti. E ancora “Il Teatro dei Luoghi” a cura de Gli Argonauti, mostre d’arte, pittura, fotografia, mosaici di riciclo / “Donarte”, e una retrospettiva personale a cura di Barbara Lalle.

Ma non finisce qui: saranno attivati laboratori sul tema della donazione quale “Argoexperience”, laboratorio di espressività corporea a cura de Gli Argonauti, tanta giocoleria e Slack Line a cura di Gise&Friends, il Pattinaggio che porta la firma di Pincio.com e l’immancabile Parkour del Team Lotto Parkour. E infine Food&Drink in spiaggia: aperitivi al tramonto e cibo fino a notte fonda.

Nell’ambito del festival, infermieri e medici presteranno il loro servizio a sostegno dei prelievi ematici pre-iscrizione al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo; personale specializzato sarà inoltre presente per chiarire dubbi e perplessità di ogni potenziale donatore, e condurrà dei colloqui informativi per giudicare la loro eventuale idoneità all’inserimento nell’IBMDR e operazioni necessarie all’iscrizione al Registro saranno possibili grazie alla presenza di un Autoemoteca dell’Avis di Paola.

Sarà inoltre garantita la presenza di medici e infermieri volontari dall’ospedale G. Iannelli di Cetraro (oltre che da Avis) che la mattina dalle 08.30 12.00 e il pomeriggio dalle 18.30 alle 24.00 effettueranno prelievi ematici e pre-iscrizioni al registro donatori.

Una rete fittissima di collaborazioni rafforzano e irrobustiscono anche in questa edizione, lo spessore del Festival: Avis Paola, AIL Cosenza – Fondazione Amelia Scorza, VIP Italia –associazione di clown volontari che operano negli ospedali, ADMO Calabria, Centro di Tipizzazione Tissutale Reggio, i Patrocini del Comune di Bonifati, dell’Adisco ass. donatrici italiane sangue cordone ombelicale, dell’Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli di Reggio Calabria, dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, di Radici e infine l’importante presenza in loco del Comitato Liberi e Pensanti di Taranto, esempio di cittadinanza attiva per difendere il diritto alla salute.

Tutto questo naturalmente per raccogliere in questa III edizione, fondi che finanzieranno il progetto di assistenza domiciliare promosso dall’AIL Cosenza Fondazione Amelia Scorza in collaborazione con #ilpaesediGertrude e altri importanti progetti per rafforzare il supporto psicologico dei pazienti ematologici in corso di elaborazione.

redazione CN

No comments yet