Scroll To Top

Il Piana Eco Festival entra nel vivo con il Villaggio Ecologico: tre giorni di incontri, laboratori e performance dedicati alla sostenibilità ambientale.

in ambiente e trasporti / cultura e società

CITTANOVA – Sarà inaugurato venerdì 11 settembre alle ore 11 il Villaggio Ecologico di Piana Eco Festival, che animerà la Villa comunale “C. Ruggiero” di Cittanova fino a domenica 13. Una tre giorni intensa, incentrata sui temi dell’ecologia e dell’ambiente, con incontri, dibattiti, laboratori, presidi informativi, una mostra mercato di prodotti artigianali ed ecosostenibili e un interessante programma artistico.

La conferenza stampa di presentazione. Da sinistra: Guerrisi, Legato, Cosentino, Cannatà

Entra, dunque, nel vivo, con questo evento, il progetto promosso dall’Associazione culturale EcoPiana, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Consiglio regionale della Calabria, della Provincia di Reggio Calabria, del Comune di Cittanova, dell’Associazione dei Sindaci della Piana, dell’Ente Parco dell’Aspromonte e del Gal Batir, e il sostegno di numerosi partner.

Il progetto, avviato lo scorso luglio con la Lectio magistralis di Maurizio Pallante, leader del Movimento per la Decrescita felice, è stato ideato dal giovane imprenditore Girolamo Guerrisi, vice presidente dell’Associazione EcoPiana, con la direzione artistica di Nino Cannatà, e vuole richiamare l’attenzione sui temi del riciclo dei materiali visti come risorsa, della lotta allo spreco e della riduzione dei consumi. Il Villaggio Ecologico coinvolgerà esperti, docenti universitari, imprenditori e rappresentanti del mondo associazionistico e istituzionale che saranno chiamati a confrontarsi sulle aree tematiche del Festival: ecologia, ciclo dei rifiuti e raccolta differenziata, risparmio energetico, architettura sostenibile, artigianato, alimentazione, biodiversità, consumo critico.

Cinque gli incontri principali, che si svolgeranno tra la Biblioteca comunale e la Villa “C. Ruggiero”: “Uso sostenibile delle risorse ambientali. Arundo donax: ricerche e applicazioni”, “Green Living. Questione ecologica e sviluppo sostenibile”, “La responsabilità dei consumi come risorsa vitale del territorio”, “Ambiente: patrimonio e risorsa economica”, “Reuse/ Reduce / Recycle – Ciclo dei rifiuti e raccolta differenziata”.

Locandina Villaggio ecologico webUn ampio spazio sarà riservato all’elemento simbolo del Festival, l’Arundo donax, la cosiddetta canna comune. Una pianta spontanea, resistente e flessibile, che ha avuto nelle varie epoche diversi utilizzi: rurale, musicale, e artigianale. Le sue molteplici applicazioni anche in ambito di bioedilizia, di bonifica del terreno dai metalli pesanti, e di produzione di energia da biomassa, la rendono oggetto di nuove ricerche scientifiche e tecnologiche. Allo scopo di conoscere e riscoprire questa importante risorsa naturale sono previsti incontri, lezioni e altre attività collaterali, quali un concorso fotografico e due laboratori didattici “Suoni di canna” e “Sculture di canna”.

Altri momenti dedicati a grandi e bambini avranno come tema la raccolta differenziata, il riciclo creativo, la cosmesi naturale, a cura di Legambiente Reggio Calabria Città Metropolitana, dell’Auser Territoriale di Gioia Tauro e dell’Associazione NuovaMente di Rosarno. In programma anche un evento dedicato all’enogastronomia, “Cooking Show BIO” a cura dello chef dei prodotti identitari, Enzo Cannatà.

La Villa comunale ospiterà la mostra mercato composta da presidi espositivi e informativi di aziende, associazioni, liberi professionisti che operano nei settori dell’agricoltura biologica, dell’artigianato tradizionale e artistico, del riciclo, della cosmesi naturale e del benessere. All’interno degli stand, oltre alla vendita dei prodotti, si terranno lezioni dimostrative e degustazioni a cura degli espositori.

Qui, inoltre, si potrà ammirare l’installazione “Green Living…per vivere all’aria aperta“, a cura degli architetti Salvatore Greco e Francesco Canfora, un prototipo abitativo completamente ecologico.

E, ancora, spettacoli teatrali, concerti ed esposizioni nel programma artistico, che culminerà domenica 13 con il debutto della produzione originale del Festival “Arundo donax – Suoni di canna”, per la regia di Nino Cannatà. Il Festival, pensato in diverse fasi e con diverse azioni – che confluiranno nell’incontro conclusivo, all’inizio del prossimo anno, con l’illustre presenza del filosofo ed economista Serge Latouche, che terrà la sua Lectio magistralis a Cittanova – vuole essere un’occasione di dialogo e confronto in grado di valorizzare il patrimonio culturale, paesaggistico, artistico ed eno-gastronomico del territorio e al fine di richiamare l’attenzione sui temi del riciclo dei materiali visti come risorsa, della lotta allo spreco e della riduzione dei consumi.

I Laboratori didattici sull’Arundo donax
Due laboratori didattici sull’Arundo donax, collaterali al programma del Villaggio Ecologico, si svolgeranno dall’8 al 13 settembre e saranno riservati a bambini e adulti, allo scopo di esplorare i molteplici usi della canna comune. Il primo, “Suoni di Canna”, curato dal ricercatore polistrumentista di musica tradizionale Mimmo Morello, previsto dall’8 al 12 settembre presso il Teatro comunale “R. Gentile” di Cittanova dalle ore 10 alle ore 12, sarà incentrato sulla costruzione e applicazione di strumenti musicali realizzati con questa pianta. Il secondo “Sculture di canna”, tenuto dall’artista Giuseppe Guerrisi, si svolgerà all’interno della Villa comunale “C. Ruggiero” dalle 17 alle 19 e approfondirà gli utilizzi artigianali più moderni della canna con la costruzione di utensili e opere artistiche.

Il programma artistico
Il programma artistico prevede venerdì 11 alle ore 21.30, nella suggestiva cornice della Villa comunale di Cittanova in versione notturna, l’allestimento originale dello spettacolo teatrale “Io, Francesco di Paola“, con l’attore calabrese Walter Cordopatri, accompagnato dalle improvvisazioni al violino di Davide Schirripa, un adattamento dal testo di Salvatore Romano, per la regia di Nino Cannatà.
Il giorno dopo, sabato 12, alle ore 22, sempre all’interno della Villa comunale, il trascinante concerto rock blues dei Light Chili, Fabrizio e Domenico Canale. Infine, l’evento più atteso, la produzione originale, Arundo donax – Suoni di Canna, con Mimmo Morello, musicista polistrumentista, coreografia e danza di Alessandra Mariano, allestimento, video e regia di Nino Cannatà, domenica 13 settembre alle ore 22 presso il Teatro comunale “R. Gentile”. Per tutta la durata della manifestazione, qui, sarà inoltre possibile assistere alla video-installazione “Per un’ecologia dello sguardo. Luoghi dove sentirsi a casa”, di Salvatore Insana.

Il Concorso fotografico
Sul tema della Canna comune anche il concorso fotografico “L’Arundo donax nel paesaggio della Piana di Gioia Tauro” promosso dall’Associazione EcoPiana, in occasione della prima edizione del Festival. Una ulteriore occasione di dialogo che, attraverso la fotografia, intende stimolare la partecipazione e la discussione su questa risorsa naturale. Le migliori foto in concorso, selezionate da una giuria tecnica, composta dai soci della sezione calabrese dell’Anfi (Associazione fotografi naturalisti italiani), saranno esposte all’interno del Villaggio Ecologico, dove tutti i visitatori potranno votare la foto preferita, contribuendo a decretare i quattro vincitori che si aggiudicheranno i Premi in palio.

https://youtu.be/BAtxgY-I-Fg

redazione CN

No comments yet