Scroll To Top

La GdF sequestra beni per 1 milione di euro a cosca della sibaritide

in politica e cronaca

A Corigliano la Guardia di Finanza ha sequestrato un patrimonio appartenente alla ‘ndrangheta. E’ successo stamattina in seguito a una operazione richiesta dal Procuratore Capo Distrettuale di Catanzaro, rivolta contro un noto esponente della cosca di ‘ndrangheta denominata “locale di Corigliano”.

All’uomo, esponente di spicco della ‘ndrangheta sibarita e che attualmente si trova in carcere in quanto già coinvolto in una precedente operazione chiamata “Santa Tecla”, sono stati sequestrati beni per un valore che ammonta complessivamente a circa 1 milione di euro.

Un patrimonio formato da proprietà immobiliari e non, che all’analisi degli inquirenti sono risultate del tutto sproporzionate rispetto a quanto il soggetto e il suo nucleo familiare dichiaravano nelle denuncie dei redditi.

Nello specifico si tratta di un appartamento sito a Corigliano Calabro e due automezzi per quanto riguarda gli immobili, oltre a una ditta individuale e vari conti correnti bancari e postali che le Fiamme Gialle hanno assicurato alla giustizia come misura di prevenzione a cui vengono sottoposti i patrimoni provenienti da attività mafiose.

di Gianluigi Catalano

No comments yet