Scroll To Top

Lamezia: 500mila euro di beni sequestrati ad affiliati dei Giampà

in politica e cronaca

LAMEZIA TERME – Due terreni, tre fabbricati, compresa una palestra con attrezzi costosissimi e un totale di oltre 500.000,00 euro. E’ il risultato di una nuova operazione messa a segno ieri dalla Guardia di Finanza di Lamezia Terme nei confronti della locale cosca dei Giampà, che ha consentito il sequestro e la confisca di beni risultati in loro possesso.

“Arredi di pregio, tra i quali anche le costose attrezzature contenute in uno dei locali adibito a palestra, due autovetture, due motocicli ed un motocarro”, per una somma complessiva di 500.000,00 euro di beni sottratti a “due soggetti ritenuti di spiccata pericolosità sociale, indiziati di gravi reati e di vivere abitualmente, anche in parte, dei proventi di attività delittuose, provenienti soprattutto dal traffico di stupefacenti”.

Come nel sequestro avvenuto la scorsa settimana, anche in questo caso gli averi risultavano formalmente intestati ad altre persone e, attraverso accertamenti patrimoniali e reddituali, le Fiamme Gialle hanno potuto dimostrare come i beni confiscati siano “di valore del tutto sproporzionato ed ingiustificato rispetto ai redditi leciti dichiarati ed al tenore di vita mantenuto dagli indiziati”.

Gli indiziati, nonostante avessero acquistato di fatto i terreni sui quali hanno costruito le loro case, non hanno mai effettuato il trasferimento di proprietà dei beni a loro nome, che risultano formalmente intestati ad altre persone estranee ai fatti. Prosegue dunque l’attività della GdF, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, nell’acquisizione di patrimoni illecitamente accumulati dalla ‘ndrangheta lametina.

g.c.

No comments yet