Scroll To Top

Operazione Napea, sequestrata un’area di Calabria Verde nel Parco Nazionale della Sila per illegalità in alcune concessioni (VIDEO)

in ambiente e trasporti

COSENZA – Stamattina cinquanta uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno posto sotto sequestro una vasta area boscata nel comune di Bocchigliero (Cs). L’area estesa per oltre 1300 ettari è di proprietà demaniale dell’azienda Calabria Verde della Regione Calabria e ricade all’interno della zona “1” del Parco Nazionale della Sila.

Le indagini, coordinate dal Procuratore Capo di Castrovillari Eugenio Facciolla, e condotte dal sostituto Procuratore Angela Continisio, hanno accertato delle illegalità nelle concessioni date. In particolare sono state date delle concessioni a varie ditte per la raccolta del materiale danneggiato dalle intemperie, con costi nettamente al di sotto del valore reale del legname e in assenza delle autorizzazioni previste.

Il quantitativo stimato e concesso sembrerebbe irrisorio rispetto a quanto prelevato dalle ditte boschive. Le indagini avviate nei mesi scorsi dal Corpo Forestale dello Stato di Cava di Melis CTA e poi condotte insieme al Nipaf, Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale del CFS di Cosenza, hanno accertato un valore quantificato del materiale venduto spropositato rispetto alla realtà, in alcuni casi anche 20 volte inferiore al valore reale del materiale presente e raccolto dalle ditte.

Gli uomini del Corpo Forestale hanno operato il sequestro e acquisito atti presso gli uffici regionali di Cosenza e Catanzaro, mentre un aeromobile ha sorvolato la zona interessa al sequestro. Cinque le persone fino ad ora iscritte al registro degli indagati tra dirigenti, tecnici e responsabile di una ditta boschiva.

IL VIDEO

redazione CN

No comments yet