Scroll To Top

Operazione “Piscatores”, sottraevano denaro dai conti on line. Eseguite 27 ordinanze di custodia cautelare (VIDEO)

in politica e cronaca

REGGIO CALABRIA – Gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza stanno eseguendo 27 ordinanze di custodia cautelare, oltre a numerose perquisizioni nella locride, nell’ambito di una operazione che ha sgominato un’associazione per delinquere finalizzata a reati di truffe on line, riciclaggio e accesso abusivo a sistemi informatici.

I reati contestati sono associazione a delinquere, truffa, riciclaggio, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso o sistemi informatici o telematici, falsità in scrittura privata, sostituzione di persona, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

Le indagini hanno portato a rilevare l’esistenza di un associazione presente ed operante nel territorio della locride, in particolare nei Comuni di Grotteria, Gioiosa Jonica, Marina di Gioiosa Jonica e Siderno, finalizzata alla commissione di truffe on line attraverso l’acquisizione illecita dei codici di accesso di ignari correntisti dell’Istituto di Credito ING Direct, per effettuare operazioni di trasferimento di ingenti somme di denaro giacenti da quei conti correnti ad altri conti correnti intestati fittiziamente a persone inesistenti e, di fatto, riconducibili ai promotori dell’associazione.

L’indagine è partita in seguito alla denuncia della titolare di un conto corrente dell’Istituto di Credito on line ING Direct, che ha riferito di aver subito la sottrazione di circa 90.000,00 euro dal proprio conto corrente, mediante una serie di operazioni on-line effettuate tramite la clonazione dei codici segreti bancari.

Inoltre, durante le attività investigative preliminari, al Gruppo di Locri è pervenuto dalla Procura di Bologna, per competenza territoriale, un fascicolo con la denuncia di un’altra correntista dello stesso istituto di credito alla quale era stata sottratta, con le medesime modalità, una cifra superiore a 420.000,00 euro.

Le indagini di polizia giudiziaria hanno permesso, anche grazie alla collaborazione dell’ING Direct, di far emergere il coinvolgimento di una pluralità di soggetti della Locride che hanno beneficiato delle somme illecitamente sottratte dai conti di numerosi correntisti residenti su tutto il territorio italiano, prudenzialmente stimate in oltre un milione di euro.

Gli accertamenti effettuati hanno permesso di mettere in luce uno specifico sistema che consisteva nell’individuazione di conti correnti sui quali vi era una cospicua giacenza di somme di denaro, per poi provvedere all’appropriazione illecita delle credenziali di accesso attraverso operazioni di phishing. In seguito si effettuavano bonifici a favore di altri conti aperti fraudolentemente, anche a nome delle stesse persone facenti parte della banda, ed infine avveniva il prelevamento in contanti, in un ristretto arco temporale, delle intere somme illecitamente acquisite.

Di seguito le persone coinvolte a vario titolo nell’inchiesta:

– Isabella Rosina Agostino, 41 anni, di Grotteria;
– Alessandro Amoruso (37) di Roma;
– Salvatore Antico (49) di Gioiosa Jonica;
– Giancarlo Antonio Argirò (22) di Gioiosa Jonica;
– Cristian Barbanca (23) di Siderno;
– Catalina Ecaterina Bujor (27) di Gioiosa Jonica;
– Maricica Bujor (38) di Gioiosa Jonica;
– Vincenzo Giovanni Raffaele Cagliuso (46) di Grotteria;
– Elena Caserta (79) di Guardavalle;
– Giuseppe Cataldo (86) di Locri;
– Vincenzo Cecere (49) di Locri;
– Antonio Femia (40) di Gioiosa Jonica;
– Andrea Fuda (35) di Grotteria;
– Nicola Furci (48) di Locri;
– Ivan Fuscoli (39) di Bregnano (Como);
– Salvatore Lizzi (46) di Marina di Gioiosa Jonica;
– Salvatore Mammolenti (32) di Gioiosa Jonica;
– Chiara Musolino (29) di Grotteria;
– Cosimo Panetta (36) di Gioiosa Jonica;
– Domenico Papaluca (23) di Gioiosa Jonica;
– Liviu Pascaru (38) di Rosarno;
– Corrado Petrolo (40) di Stilo;
– Lina Racco (69) di Gioiosa Jonica;
– Nicodemo Tarantino (30) di Grotteria;
– Rosa Maria Todarello (39) di Locri;
– Davide Tricarico (31) di Grotteria;
– Giuseppe Cesare Tricarico (35) di Grotteria;
– Primo Antonio Ussia (31) di Locri;
– Ilario Zannino (24) di Gioiosa Jonica.

IL VIDEO

redazione CN

No comments yet