Scroll To Top

Padre Ladiana: la politica usufruisce delle mafie per ricevere appoggi e voti. Troppi Comuni coinvolti

in altre notizie dal web

La mafia è spesso intercettata dalla Chiesa con l’obiettivo di combattere e cercare di educare la popolazione verso la giustizia e il rispetto delle persone. Bisogna sempre tenere in debita considerazione l’aspetto squisitamente culturale, causa principale della proliferazione della mafia in ogni ambiente sociale.

La distrazione casuale dello Stato nei confronti della mafia preoccupa la Chiesa. Forse c’è una mancanza di uomini e di mezzi da mettere in campo? Forse c’è una scarsa presa d’atto delle diverse situazioni della criminalità organizzata? Forse c’è un’assenza di strategia in grado di combattere seriamente la mafia? Il motivo non è ancora chiaro ma resta il problema della mafia, in grado di generare danni ai cittadini e all’economia della società italiana.

La Chiesa e l’impegno per la giustizia, libro autobiografico dedicato a padre Giovanni Ladiana, Editore Laterza, vuole ripercorrere minuziosamente il percorso umano e spirituale di padre Giovanni Ladiana.

Il contenuto del volume, un cammino nelle varie realtà del Sud del mondo e delle periferie esistenziali e geografiche, conduce direttamente a Reggio Calabria dove il gesuita è fra gli animatori del movimento ‘ReggioNonTace’, formato da cittadini decisi a opporsi alla mafia.

La presentazione del volume è stata promossa da Jesuit Social Network Italia Onlus, la rete nazionale che dal 2004 riunisce 39 realtà che operano nel campo sociale legate alla Compagnia di Gesù. Presente in 16 Regioni, con 110 sedi operative, svolge la sua attività in diversi luoghi e settori di bisogno e di emergenza sociale.

Rifugiati, persone senza dimora o con dipendenze, minori a rischio, famiglie, detenuti, anziani sono alcune delle persone che il JSN accompagna quotidianamente, affiancando un lavoro di attività di ricerca e di riflessione sui temi sociali.

Padre Giovanni Ladiana, membro del comitato di presidenza del JSN e gesuita, è da sempre impegnato nel settore sociale. Sin dalla sua nascita, nel 2010, il JSN si è schierato a fianco di ‘ReggioNonTace’, sostenendo pubblicamente il suo impegno e le sue attività.

Il lavoro per la giustizia è imprescindibile dalla denuncia e dalla lotta a ogni forma di riduzione della libertà (economica, sociale, politica). La lotta alla ‘ndrangheta e l’iniziativa dei cittadini di Reggio Calabria rappresentano esempi importanti di un lavoro di cambiamento delle strutture, le quali generano ingiustizia e sono lesive della dignità della persona.

Con Padre Giovanni Ladiana vogliamo comprendere il deciso impegno nei confronti della mafia e delle diverse sfaccettature della criminalità organizzata, elaborando una peculiare analisi del fenomeno criminale sul valore della giustizia e sul ruolo della Chiesa.

Leggi l’intervista di Francesco Fravolini a Padre Giovanni Ladiana su www.lindro.it

No comments yet