Scroll To Top

Quartieri in Movimento, a Lamezia una campagna per la riappropriazione degli spazi, dei beni comuni e dei diritti

in cultura e società / politica e cronaca

LAMEZIA TERME – “Siamo giovani e meno giovani, siamo studenti, lavoratori, precari, disoccupati”. Si presenta così la nuova realtà sociale lametina contro il degrado e l’abbandono. Quartieri in Movimento si propone come spinta verso il riappropriamento di quei diritti che non sembrano più essere una garanzia per il cittadino comune.

“In questi ultimi anni – scrivono nella nota stampa di presentazione – abbiamo assistito, nella nostra città come nel resto del paese, ad un continuo e costante attacco da parte dei governi di ogni colore politico a quei diritti fondamentali come lavoro, casa, reddito, salute e ambiente che invece dovrebbero essere garantiti a tutte e tutti. In questo contesto chi comanda ha cercato di alimentare una guerra tra i soggetti più vulnerabili e più colpiti dalla crisi, scaricando così le proprie responsabilità sempre nel diverso. Occorre al contrario fare fronte comune e riprenderci quello che ci spetta!”

Per i promotori della campagna, Quartieri in Movimento nasce partendo da queste comuni esigenze, pertanto sarebbe necessario partire dai quartieri e dalle periferie con maggiori problematiche attraverso un monitoraggio e un confronto costante con chi li abita, indirizzati ad individuare i problemi e le possibili soluzioni.

“Siamo contrari alla vendita degli immobili comunali ai privati – continuano – e pensiamo che tali strutture e tali terreni potrebbero essere utilizzati per soddisfare esigenze abitative, lavorative, sociali e culturali e dunque a vantaggio di chi vive i quartieri. Vogliamo una città che garantisca a tutti: i servizi fondamentali, un casa, collegamenti stabili tra le periferie e il centro cittadino, spazi sociali, scuole e uffici pubblici sicuri e accessibili a tutti”.

In tal senso, nei prossimi giorni sarà avviata una serie di attività diffuse sul territorio, supportate da uno sportello sociale e da una rete di persone che daranno supporto morale e legale a chi oggi deve fare i conti con le problematiche legate alla casa, alle discriminazioni, agli abusi.

redazione CN

No comments yet