Scroll To Top

Sequestro di droga sulla 106, fermati trafficanti vibonesi

in politica e cronaca

COSENZA – Quasi 6 chilogrammi di eroina sono state sequestrate durante la scorsa notte, dalla Guardia di Finanza di Montegiordano, in provincia di Cosenza. L’operazione si è svolta all’altezza dell’abitato di Roseto Capo Spulico, tramite una serie di mirati controlli su strada e ha portato all’arresto di una persona e alla denuncia a piede libero di altre tre, tutte provenienti da comuni del vibonese.

guardia-di-finanza-1In particolare, queste tre persone, erano state fermate dai militari delle Fiamme Gialle, mentre transitavano sulla statale 106 a bordo di un’autovettura. Durante il controllo però, gli agenti notavano segni di nervosismo da parte degli uomini a bordo, interrogati sul motivo della loro presenza in quella zona, vista la provenienza vibonese. Così, venivano effettuate ulteriori verifiche tramite computer, da cui emergevano numerosi precedenti a carico dei soggetti fermati, per reati contro il patrimonio e per traffico di stupefacenti.

Pertanto i finanzieri intuivano che quella macchina stesse in realtà facendo da “staffetta” ad altre nelle vicinanze e continuavano a fermare le auto in transito. Infatti, a bordo di una di queste, veniva identificato un soggetto, anch’egli di provenienza vibonese e con precedenti, che risultava avere legami specifici con i tre fermati in precedenza. Dall’ ispezione di quest’ultimo mezzo poi, il cane antidroga Ully, riusciva a fiutare la presenza di 10 pani di eroina, del peso complessivo di 5,870 chilogrammi, nascosti all’interno dell’auto.

L’operazione si concludeva con l’arresto di L.S., 42enne conducente del mezzo in cui viaggiava al droga e la denuncia a piede libero di B.F. di 38 anni, R.N. di 44 e V.M. di 30, responsabili del reato di traffico di stupefacenti. La persona arrestata veniva infine portata nel carcere di Castrovillari, dove dovrà rispondere al sostituto procuratore della Repubblica, dott.ssa Giuliana Rana.

di Gianluigi Catalano

No comments yet