Scroll To Top

Sospeso il Comandante della Polizia locale di Laureana di Borrello

in politica e cronaca

LAUREANA DI BORRELLO – Il comandante della Polizia Locale di Laureana di Borrello, avvocato Vincenzo Tassone, è stato sospeso dal pubblico ufficio. L’ordinanza è stata notificata il 25 marzo scorso, dai Carabinieri della locale stazione, presso gli uffici comunali, su ordine del Gip del tribunale di Palmi, Paolo Ramondino, che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica, diretta dal procuratore facente funzioni, Emanuele Crescenti.

self-service-ipDalle indagini svolte, sarebbero emersi “gravi e univoci” indizi di colpevolezza a carico del comandante Tassone, nonché responsabile dell’Area Vigilanza dello stesso comune di Laureana di Borrello. Secondo l’accusa, Tassone avrebbe negato l’autorizzazione all’installazione di un dispositivo self-service per l’erogazione di carburante, richiesta dal gestore dell’area di servizio Tamoil, favorendo in questo modo i proprietari dell’area di servizio Ip, gestita da suo padre e da suo fratello, tramite la società “I.P. di Tassone Guerino e C. s.a.s.”, di cui egli stesso è socio accomandante.

Questa condotta sarebbe ulteriormente aggravata dal fatto che a Laureana di Borrello esistono solo 2 distributori di benzina e solo quello gestito dai Tassone è fornito del dispositivo self-service, per erogare il carburante anche durante gli orari di chiusura.

Pertanto, il comandante della Polizia Municipale, avrebbe abusato dei poteri derivanti dalla carica di responsabile dell’Area Vigilanza, non astenendosi dall’intervenire in una vicenda di suo personale interesse, a tutto vantaggio dei suoi familiari e recando danno al gestore della Tamoil. Il Giudice ha quindi ritenuto opportuna l’applicazione della misura interdittiva di sospensione dal pubblico servizio o ufficio, ricoperto da Vincenzo Tassone. Il reato ipotizzato è abuso d’ufficio.

g.c.

No comments yet