Scroll To Top

Trenta milioni per il risparmio energetico delle Università calabresi

in innovazione e ricerca

Sono state firmate stamane due importanti convenzioni tra la Regione Calabria e, rispettivamente, l’Università della Calabria e l’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria. Le convenzioni sono relative a 6 interventi di risparmio energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili proposti dalle due Università. Le risorse impiegate sono pari a 30 milioni di euro.

unicalSi tratta di interventi che erano stati candidati a finanziamento nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e risparmio energetico (POI Energia) 2007-2013 e ritenuti ammissibili dal Ministero dello Sviluppo economico, non finanziati per carenza di risorse disponibili.

Il presidente della Regione, Mario Oliverio e l’assessore alle attività Produttive, Carlo Guccione, hanno ritenuto i progetti meritevoli di essere realizzati e finanziati valutandoli coerenti con le linee di intervento dell’Asse II Energia del Por Calabria 2007-2013.

Tra gli interventi di efficientamento energetico alcuni riguardano la realizzazione di impianti geotermici a servizio dei quartieri residenziali dell’Unical nei quali sono previsti ancora impianti a concentrazione solare per la generazione di energia termica.

Nelle convenzioni, inoltre, l’efficientamento energetico dell’Atelier di Architettura dell’Università “Mediterranea”, e per l’Università della Calabria un impianto di climatizzazione a pompe di calore elettrico mediante l’uso di sonde geotermiche.

“L’aumento dell’efficienza energetica, l’utilizzo di fonti rinnovabili, il risparmio di energia – afferma Oliverio – sono obiettivi fondamentali. Stiamo lavorando in questa direzione attraverso una serie di azioni e quella che si avvia oggi è di particolare rilievo. Altre iniziative si concretizzeranno nei prossimi giorni”.

Per l’assessore Guccione, “si avvia a conclusione un investimento di efficientamento energetico e di innovazione di produzione di energia alternativa attraverso anche la geotermia. Abbiamo evitato di perdere risorse importanti e progetti che vanno nella direzione di rendere sempre più efficienti dal punto di vista energetico l’Università della Calabria e l’Università Mediterranea.”

Oltre il presidente Oliverio e l’assessore Guccione erano presenti il Rettore dell’Università della Calabria Gino Mirocle Crisci e per l’Università “Mediterranea” il docente Ottavio Salvatore Amaro.

redazione CN

No comments yet