Scroll To Top

Tropea, atto intimidatorio ai danni del sindaco Giuseppe Rodolico

in politica e cronaca

TROPEA – Atto intimidatorio perpetrato nei confronti del sindaco di Tropea, Giuseppe Rodolico, nel corso della scorsa notte.

GiuseppeRodolico

Giuseppe Rodolico

Una bomba incendiaria ha infatti mandato in fiamme l’Audi A4 del primo cittadino del comune del vibonese, di fronte la sua abitazione in viale Tondo. Sul posto si sono recati oltre ai Vigili del fuoco per spegnere l’incendio, anche i Carabinieri e la Polizia municipale.

Sono subito iniziate le indagini delle Forze dell’ordine che hanno verificato l’alibi di diversi pregiudicati della zona. Non si esclude al momento nessuna pista, ma ce ne sarebbe una su cui i Carabinieri si starebbero concentrando.

Il 5 gennaio, infatti, il sindaco Rodolico aveva rimosso dal ruolo di assessore al Turismo, Antonio Bretti, il quale in un recente evento pubblico che prevedeva un tuffo in mare per festeggiare il 2015, aveva invitato tale Francesco Zaccaro, sorvegliato speciale e genero del boss Antonio La Rosa. Rodolico era stato eletto alle elezioni comunali del maggio 2014 con una lista di centrosinistra. Puntuali gli attestati di solidarietà all’amministratore calabrese da parte del mondo politico e istituzionale. Tra questi anche le dichiarazioni del neopresidente della Regione, Mario Oliverio, che in una telefonata a Rodolico gli ha confermato la vicinanza dell’Ente da lui rappresentato: “Si tratta di un grave atto intimidatorio ai danni di un amministratore locale serio ed operoso. Sono certo che questo, però, non fermerà la sua attività istituzionale ed il suo impegno a favore della popolazione amministrata”.

e.d.g.

 

No comments yet