Scroll To Top

V° Raduno delle Imprese eretiche, 25 e 26 giugno presso “Orme nel Parco” di Zagarise

in cultura e società / innovazione e ricerca

Sabato 25 e domenica 26 giugno, presso il parco eco-esperienziale “Orme nel Parco” di Zagarise, si terrà il V° Raduno delle Imprese eretiche. Due giorni in cui 22 nuove imprese umane, prima che economiche, provenienti dalla Calabria, dalla Sicilia e quest’anno anche dalla Lombardia, testimonieranno come il mondo può cambiare solo cambiando innanzitutto se stessi.

V_raduno_ereticamente

“Gli eretici sono quelli che prima si sono guardati dentro, poi si sono guardati intorno ed hanno compreso che il proprio talento, unito alla vocazione del territorio, poteva produrre il pezzo unico, l’opera d’arte – afferma Massimiliano Capalbo ideatore e coordinatore dell’evento – verranno da tutto il Sud Italia per raccontarcelo e non solo. Ereticamente non è, e non vuole essere, qualcosa di vecchio cioè un movimento, un’associazione, un partito, un club e quant’altro abbiamo visto fino ad oggi. Ereticamente è un atteggiamento, una mentalità, innanzitutto, e poi un metodo. Se abbiamo fallito fino ad oggi è perchè abbiamo agito dietro la spinta di altri, sedotti dai vari pifferai magici che abbiamo incontrato lungo il cammino che sulle nostre credulità e pigrizie hanno costruito le proprie carriere ma, soprattutto, perché non abbiamo avuto un metodo, una strategia, una visione.”

Il Raduno delle Imprese Eretiche è aperto a tutti, è un evento informale, lontano dalle ingessature e dalle sovrastrutture a cui secoli di ortodossie ci hanno abituati. Gli eretici sono attenti alla sostanza non alla forma, l’attenzione è focalizzata sui contenuti e non sulle persone, sulle idee e non sui personalismi. Parlano le fiamme che ardono, quelli che hanno qualcosa da insegnare, quelli che si sono mossi prima diventando modello per gli altri, quelli in grado di ispirare, non chi è alla sola ricerca spasmodica di visibilità. Parlano i fatti non le parole. Parla chi ha smontato i meccanismi, chi ha messo in discussione lo status quo, chi ha trasformato la propria vita in una missione, chi ha osato sfidare il giudizio degli altri, il vittimismo imperante e l’apatia.

Ascoltano i fuochi sotto cenere, quelli che vogliono trarre ispirazione, coraggio, fiducia, che vogliono sentirsi meno soli in una terra che non è stata capace fino ad oggi di condividere un percorso comune, quelli che sono alla ricerca di compagni di viaggio con cui intraprendere un cammino nuovo, quelli che vogliono trasformarsi in fiamme che ardono.

“Le persone cominciano a comprendere di essere esse stesse artefici del proprio destino – prosegue Capalbo – sta nascendo e si sta facendo largo una nuova figura, a metà strada tra l’imprenditore e il politico, non sappiamo come si chiamerà, poco importa, sappiamo che ha il potere di dare una svolta non solo alla propria esistenza ma anche a quella degli altri e che non potrà continuare ad utilizzare gli strumenti di rappresentanza visti fino ad oggi, perchè obsoleti e inadeguati ad affrontare le sfide che ci attendono. Il messaggio che il raduno invia al suo pubblico è: puoi farlo anche tu, puoi metterti in gioco e cambiare la tua vita come abbiamo fatto noi, puoi diventare parte di questo cambiamento, finalmente puoi decidere e incidere anche tu“.
Per farlo Capalbo suggerisce di abbandonare quelle quattro zavorre che hanno impedito fino ad oggi al Sud Italia di crescere ed evolvere descritte nel suo libro “La terra dei recinti”: il complesso di inferiorità nei confronti di altri territori; il vittimismo atavico; il peso del giudizio degli altri e la diffidenza reciproca.

Sabato 25 giugno, a partire dalle 9.30, interverranno: Igor Gullà in rappresentanza di Palermiti teatro; Giuseppe Lucente, già Sindaco di Tiriolo; Elena Sodano della RaGi Onlus di Catanzaro; Vincenza Costantino dell’Associazione I Dog di Catanzaro; Don Danilo D’Alessandro di Kalon Brion di Vazzano (VV); Stefano Caccavari della Mulinum srl di San Floro (CZ); Francesco Verri del Club Velico Crotone; Pasquale Raffaele Demasi dell’Associazione Momò di Mongiana (VV); Giuseppe Iemme dell’Associazione Costa Nostra di Curinga (CZ); Ninni Cascone e Pippo Re di Alga Natura di Ispica (RG); Francesco Laterza della Engilab di Crotone.

A seguire grigliata notturna, a cura dei grillers di “BBQ4All Chapters Calabria“ intorno al grande falò eretico e con la musica dei “Marcello Barillà Bquintet“, con possibilità di pernottamento in tenda nel parco o in strutture ricettive convenzionate.

Domenica 26 giugno, a partire dalle 9.30, interverranno: Edoardo Carè della Starlight Cafè di Fabrizia (VV); Eddie Suraci e Vincenzo Costantino di Altrove Festival di Catanzaro; Aurora Mastrandrea della Cooperativa Sociale ARCO di Decollatura (CZ); Carmine Scalzo e Valerio Fiorentino di Wino di Catanzaro; Massimo Castelli con Amazing Everyday People di Milano; Salvo Scuderi della Cooperativa Colli Erei di Catenanuova (EN); David Melfa della Omega benessere di Gela (CL); Ivan Arella con Mille esperienze in Calabria di Cleto (CS); Osvaldo De Falco della Biorfarm di Rossano (CS); Francesco Rizzo di Clementime di Corigliano Calabro (CS); Francesco Carnovale del Borgo della longevità di Bivongi (RC). Nel corso della giornata Antonio Libertino disegnerà le mappe mentali degli interventi eretici.

Per maggiori informazioni sull’evento è possibile consultare il sito www.ereticamente.it

No comments yet