Scroll To Top

Voto di scambio mafioso in Calabria: Cafiero De Raho promette «attenzione»

in altre notizie dal web

Ora ne sappiamo di più e siamo più sereni. Anzi no. Anzi forse. Fatto sta che, come dimostra la prima marcia indietro di un candidato alle elezioni comunali di Reggio Calabria, inserito in una lista (“A testa alta”! sic!) a sostegno di Giuseppe Falcomatà (Pd), coinvolto in fatti apparentemente nebulosi, riempire le liste di buoni propositi è più facile che saturarle di persone immacolate. Soprattutto in Calabria.

Ora, scrivevo, dovremmo essere più sereni perché la Commissione parlamentare antimafia (quella che non è riuscita a farsi dare il famoso “protocollo Farfalla” tra il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e l’allora Sisde, dai vertici auditi dei servizi di informazione) ha scodellato un codice etico per le elezioni che luccica come un brillocco (termine gergale romanesco che indica un oggetto di valore e luminoso, tipo diamante). Peccato che l’adesione al codice sia volontaria e senza sanzioni. (leggi l’articolo completo sul blog di Galullo)

No comments yet